Il diario di Turiddu

I nostri Presidi Slow Food: la Vastedda del Belìce

I viaggi nella Sicilia Occidentale furono un’enorme scoperta enogastronomica per Cumpari Turiddu, un susseguirsi di gusti e sapori nuovi che in America non aveva mai provato: olio d’oliva, vino ma soprattutto formaggi. Nei territori del Gattopardo, nel paese di Santa Margherita del Belìce assaggiò per la prima volta un formaggio fresco leggermente acidulo che lo colpì per…

Continua a leggere…

Ricette Presidio Slow Food – Gli Stipateddi

A New York quando nominavi la pasta italiana tutti pensavano a lasagne o tortellini. Per la nonna, invece, significava parlare di “cavatelli, busiate e maccaruni”. Quella ripiena, infatti, era un formato riservato alle feste. Solo a Natale e nel giorno del compleanno di Turiddu la nonna preparava dei “maccaruni chini” conditi con il tradizionale ragù…

Continua a leggere…

Memories – Sulle tracce della Befana

La festa della Befana per Cumpari Turiddu è stata una “scoperta” relativamente recente. Negli Stati Uniti non si festeggiava affatto e si andava a scuola regolarmente. Per cui, prima di tornare in Sicilia, per Turiddu non era una vera e propria festa. Solo alcune famiglie ad Elizabeth Street seguivano le tradizioni della Dodicesima notte. La…

Continua a leggere…

Ultimo dell’anno da Me Cumpari Turiddu

Anche quest’anno il menù di Me Cumpari Turiddu è ricco di suggestioni e sicilianità. La cena del Veglione è per noi un’occasione importante che il nostro Chef Gianluca Leocata ha voluto celebrare con una selezione di piatti molto particolari. Ecco la nostra proposta:   Amuse bouche Uovo  alla nizzarda Antipasto Triglia marinata al caffè, scottata…

Continua a leggere…

Memorie di Natale. Tutti a tavola!

In ogni casa del quartiere il Natale si viveva in un modo diverso, e ogni uso tradiva senza equivoci le origini della famiglia: siciliani e pugliesi, ad esempio, festeggiavano con il Cenone della Vigilia, veneti e piemontesi si sbizzarrivano con il pranzo del 25. Tra i meridionali si mangiava “magro” (almeno la sera del 24…

Continua a leggere…

Il Natale è arrivato in Putìa

Il periodo che precede il Natale è sempre stato molto caro a Cumpari Turiddu: le luci nelle strade, le vetrine addobbate e i preparativi lo mettevano di buon umore spesso più delle feste stesse. Durante dicembre, infatti, la nonna indaffarata si adoperava per preparare torroni, dolci e leccornie di ogni tipo, un anno fece pure…

Continua a leggere…