Categoria: Memorie

Memories – Sulle tracce della Befana

La festa della Befana per Cumpari Turiddu è stata una “scoperta” relativamente recente. Negli Stati Uniti non si festeggiava affatto e si andava a scuola regolarmente. Per cui, prima di tornare in Sicilia, per Turiddu non era una vera e propria festa. Solo alcune famiglie ad Elizabeth Street seguivano le tradizioni della Dodicesima notte. La…

Continua a leggere…

Memorie di Natale. Tutti a tavola!

In ogni casa del quartiere il Natale si viveva in un modo diverso, e ogni uso tradiva senza equivoci le origini della famiglia: siciliani e pugliesi, ad esempio, festeggiavano con il Cenone della Vigilia, veneti e piemontesi si sbizzarrivano con il pranzo del 25. Tra i meridionali si mangiava “magro” (almeno la sera del 24…

Continua a leggere…

C’era una volta in America

Prima di essere in gran parte assorbita da Chinatown, Little Italy rappresentava l’approdo sicuro per migliaia di emigrati. Il luogo dove sentirsi a casa anche a km e km di distanza. Se lo ricorda bene Me Cumpari Turiddu a cui bastava passeggiare tra i quartieri di Lower Manhattan per immergersi in un sud a cui si sentiva…

Continua a leggere…

Un italo americano a New York

Quando la nonna arrivò a New York aveva quasi cinquant’anni mentre suo figlio era poco più che ventenne. Per tutta la loro vita non sciolsero mai il legame con la loro Sicilia. I profumi, la cucina, il linguaggio e le tradizioni si erano solo “trasferite” più lontano. Non cambiava molto, faceva solo più freddo. Per Turiddu,…

Continua a leggere…

Memories: Nuovo Cinema Paradiso

Appesa su una delle pareti laterali del Ristrò, campeggia maestosa una locandina originale del film “Nuovo cinema Paradiso”. Per molti ospiti quel poster è un mero dettaglio, una semplice decorazione. Per Cumpari Turiddu, invece, rappresenta molto di più. Era una sera di pioggia del 1990 quando un Turiddu poco più che trentenne si “infilava” per…

Continua a leggere…

Memories: Gelo d’Anguria, ed è subito estate!

L’universo secco all’improvviso cancellato da questo firmamento di freschezza lascia cadere la frutta traboccante: si aprono i suoi emisferi mostrando una bandiera verde, bianca, scarlatta, che si scioglie in cascata, in zucchero, in delizia! (Ode all’Anguria, Pablo Neruda)   A New York le angurie arrivavano grosse e dolcissime ma con una buccia sottile e delicata…

Continua a leggere…