fbpx

Giorno: 30 Maggio 2019

Cavolo trunzu di Aci, tesoro dell’Etna

Cumpari Turiddu imparò ben presto che “tutto il mondo è paese”: Catania e Acireale come Brooklyn e Manhattan. Tanto vicine quanto diverse, piene di luoghi comuni l’una verso l’altra e perennemente in conflitto.

Turiddu, rientrato in Sicilia, capii molto presto che per un catanese verace lo jacitano sarebbe stato sempre un trunzu, cioè una testa di rapa, e non gli fu dato sapere cosa fosse invece un catanese per un acese DOC.

Continua a leggere…